Tag Archivio per: campionato a squadre

Buona la prima per la nostra squadra di serie C femminile capitanata da Alessia Stefani che va a vincere per 3-1 il derby berico contro la ST Bassano.

Nei singolari successi per Adele Burato (2.5) e Martina Stefani (2.8) rispettivamente contro Betania Campana (3.2) e Sara Secco (3.3) con i punteggi di 6-0 6-0 e 6-4 6-1 a fronte della sconfitta di Carolina Bicego (4.1) ad opera di Gloria Pasinato (3.4) per 6-2 7-5.

A regalare il punto vittoria ci pensano poi nel doppio Burato ed Alice Paterno (3.2) che superano Secco-Vario per 6-2 6-3.

“Ci presentiamo al via di questa nuova stagione  – commenta il presidente Enrico Zen – con una formazione che può contare da una parte su giocatrici d’esperienza con le sorelle Stefani ed Angela Canton e, dall’altra, sulle nostre giovani, che rappresentano però ormai una certezza, con la riconferma di Adele Burato, le cui qualità non le scopriamo certo oggi. Sono convinto che le ragazze disputeranno un bel campionato, regalandoci tante soddisfazioni come hanno fatto domenica a Bassano”.

Finisce in parità, sui campi del Tennis Club Genova 1893, la prima sfida di campionato della nostra squadra di serie A1.
Non tradiscono le attese Marco Cecchinato e il tedesco Tobias Kamke, che regalano i tre punti con i successi nei rispettivi singolari (contro Arnaldi e Andrea Arnaboldi) e nel doppio a fronte delle sconfitte di Gabriele Bosio e Giovanni Peruffo contro Federico Arnaboldi e Francesco Picco, con i due giocatori del vivaio berico che si arrendono anche nel doppio, piegati per 7-6 nel secondo set quando si era riaccesa la speranza di potersi giocare tutto al long tie-break del terzo.
In ogni caso un buon punto in vista dell’esordio casalingo, domenica 17 ottobre, a partire dalle ore 10, contro il Tennis Club Rungg, che ha battuto per 4-2 il Selva Alta.

“Innanzi tutto vorrei sottolineare la grande prestazione del tedesco Kamke, al debutto con la nostra squadra, che ha dimostrato tutto il suo valore, contro un giocatore talentuoso e in piena fiducia come Arnaldi – commenta il presidente Enrico ZenSotto di un set e di un break, con la palla del possibile 0-3, é riuscito a cambiar volto alla partita giocando un tennis di altissimo livello.

Per quanto riguarda invece Marco Cecchinato ha dimostrato di essere di un’altra categoria sulla superficie e nelle condizioni di gioco che più gli si addicono: la differenza in campo si è vista e non posso che fargli i complimenti. Passando ai nostri giovani, Gabriele Bosio, pur essendo in crescita dopo aver conquistato anche i primi punti Atp, si è trovato di fronte un avversario davvero difficile da battere.

Giovanni Peruffo, come già dimostrato in passato,  fa sempre fatica nelle prime partite, dovendo fare i conti con la tensione e a sua volta ha affrontato un giocatore dall’ottimo passato, che conferma tuttora il suo valore. Speravo riuscissero a compiere l’impresa nel secondo set, per poi giocarsi il match al long tie-break, ma Picco e Arnaldi sono riusciti nei momenti decisivi a mettere in mostra quel qualcosa in più che ha fatto la differenza. Il pareggio finale?

Nello sport, e nel tennis in particolare, si punta sempre alla vittoria, ma contro una squadra di qualità come il TC Genova può andare bene anche un punto. Domenica ci aspetta un’altra sfida difficilissima contro il TC Rungg in cui bisognerà essere al massimo per fare risultato. E chiedo anche agli appassionati di venirci a sostenere numerosi e di far sentire il loro tifo: ne avremo bisogno”.

 

TC Genova – Tennis Comunali Vicenza 3-3

Singolari: Kamke (1.17-C) b. Arnaldi (2.1-G) 3-6 6-4 6-3, Federico Arnaboldi (2.1-G) b. Bosio (2.3-C) 7-5 6-2, Cecchinato (1.7-C) b. Andrea Arnaboldi (1.20-G) 6-3 6-2, Picco (2.5-G) b. Peruffo (2.4-C) 6-2 6-4.

Doppi: Cecchinato/Kamke (TC) b. Arnaboldi/Arnaboldi (G) 6-4 7-5, Picco/Arnaldi (G) b. Bosio/Peruffo (TC) 6-4 7-6(2)

Torna a “rombare” la squadra di serie A1 di Tennis Comunali Vicenza e lo fa presentandosi nella sede Autogemelli, nuovo sponsor della società, in vista della prima giornata di campionato, in programma domenica 10 ottobre sui campi del TC Genova.

“Approfitto di questa occasione per ringraziare Autogemelli per aver appoggiato l’amministrazione comunale nel peggior periodo storico degli ultimi anni, ovvero durante la pandemia da Covid 19 – ha esordito il sindaco Francesco Rucco – La società ha aiutato, infatti, la protezione civile grazie ad alcuni mezzi messi a disposizione per gli spostamenti e ha sostenuto la raccolta Vicenza solidale promossa per aiutare le famiglie in difficoltà. A nome anche del vicesindaco con delega allo sport Matteo Celebron esprimo un grande in bocca al lupo a Tennis Comunali Vicenza, che in questi ultimi anni ci ha regalato molte soddisfazioni, sia a livello di riqualificazione della struttura comunale sia per i risultati raggiunti, prima con la promozione in serie A1 e poi con il consolidamento della categoria. E lo dico da sindaco, ma anche da grande appassionato, essendo il tennis il mio secondo sport dopo il calcio. Credo che soprattutto in questo momento di ripartenza lo sport possa aiutarci a ritrovare qualche sorriso in più, visto il ruolo che riveste anche a livello sociale, non dimenticando però i successi che i nostri atleti e squadre sono riusciti a conquistare nelle più diverse discipline”.

Al fianco del primo cittadino il vice presidente della Federtennis Gianni Milan: “Un grazie alla Bmw che affiancherà la Federtennis fino al 2024 e ad Autogemelli che ha deciso di sponsorizzare Tennis Comunali Vicenza, il circolo cittadino più prestigioso – ha affermato – E’ pronta a scendere in campo la serie A1 dopo un anno tribolato a causa della pandemia e che ci aveva costretto ad una formula ridotta del campionato. Adesso, invece, si ritorna alla normalità con due mesi importantissimi di eventi. Ci saranno, infatti, anche il Next Gen a Milano, le ATP Finals a Torino e la Coppa Davis sempre nel capoluogo piemontese. Una visibilità, quindi, del nostro sport unica, paragonabile solo al calcio. Devo rivolgere i miei complimenti a Tennis Comunali: arrivare in serie A1 è stato un risultato importantissimo, mantenere la categoria altrettanto, ma soprattutto essere saliti a questo livello significa aver lavorato bene a livello giovanile. E sappiamo bene quanto contino i risultati dei giocatori del vivaio, a cui sono affidati due singolari e un doppio, nel massimo campionato. E se Tennis Comunali Vicenza rappresenta un’eccellenza del tennis, mi piacerebbe presto avere in città una squadra di padel di serie A visto il successo, anche a livello sociale, che sta riscuotendo questo sport. L’augurio è di avere maggiori strutture e, soprattutto, circoli che sappiano valorizzare l’attività, partendo dai giovani per arrivare agli agonisti. Alla Regione Veneto, invece, rivolgo l’appello ad organizzare nel prossimo futuro un evento importante come sta già succedendo in regioni quali il Lazio, il Piemonte, la Lombardia, la Sicilia, l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia e la Sardegna”.

A portare il saluto di Autogemelli il direttore commerciale Francesco Fortuna: “Il nostro gruppo  – ha illustrato – è da sempre vicino al territorio, in particolar modo al mondo della cultura e dello sport. E siamo contenti da quest’anno di affiancare il nostro nome a quello di Tennis Comunali Vicenza”.

Ultimo ma non ultimo, il presidente di Tennis Comunali Vicenza Enrico Zen, che apre il suo intervento con il ringraziare l’Amministrazione comunale e Autogemelli: “Sarà un campionato difficilissimo in cui, se possibile, si é alzata ancora la qualità, sia per il valore dei giovanissimi giocatori dei vivai sia per il fatto che, viste le date del calendario, molti dei migliori tennisti italiani non impegnati nei tornei scenderanno in campo – ha sottolineato– In poche parole, spettacolo assicurato, ma anche grande battaglia. Per quanto ci riguarda, l’obiettivo è sempre la salvezza, che nella passata stagione abbiamo centrato direttamente senza passare per i playout. E poi sarà importante toccare da vicino, in un palcoscenico così importante, la crescita dei nostri ragazzi, che rappresentano il motivo d’orgoglio e quello per cui lavoriamo ogni giorno con passione, entusiasmo e la voglia di non fermarci mai. Al loro fianco campioni che non hanno bisogno di presentazioni come Marco Cecchinato, già n. 16 del ranking ATP e storico semifinalista sulla terra rossa parigina del Roland Garros, che siamo felici di avere ancora con noi. La serie A1 è la punta di diamante di un movimento che parte dalla base e da quella scuola tennis che é il nostro tratto distintivo e che in 11 anni di storia ci ha portato ad essere un circolo di riferimento e all’avanguardia in città, in provincia e in regione.”.

Debutto sui campi del Tennis Club Genova per poi ospitare, in casa, Rungg e Selva Alta.

 

Tutto facile o quasi per la nostra squadra di serie B2 che, nella penultima giornata della fase a gironi, va a vincere con un netto 5-1 a Cerea consolidando così il secondo posto alle spalle della corazzata Rungg, assoluta dominatrice del raggruppamento e pronta a festeggiare la promozione in B1.

Per i nostri ragazzi, invece, i sogni di gloria potrebbero passare attraverso i playoff dopo l’ultimo impegno, in programma domenica prossima, contro il TC Triestino: un punto consentirebbe di blindare il secondo posto ai danni del Plebiscito Padova.

“Non voglio fare calcoli, ma vincere” commenta capitan Mirko Balestro che ha dato spazio ai giovani, con Tommaso Bertuzzo e Simone Fucile, finora sempre vittoriosi nel doppio, che non tradiscono la fiducia anche nei singolari: se Fucile (2.8) non ha avuto problemi contro Corradini (3.2), Bertuzzo é stato protagonista di un’ottima prova contro un avversario, Bandini, oggi 2.8 in classifica, ma ex 2.2 come testimonia la potenza del braccio.

“Le prestazioni dei nostri giovanissimi sono la nota più positiva della giornata” aggiunge Balestro.

Più combattuto di quanto dica il punteggio il match di Tommaso Dal Santo contro Pacchiega mentre Giovanni Peruffo, dopo aver perso il primo set, ha ritrovato concentrazione e misura dei colpi per avere la meglio di Dario Punia.

A risultato ormai acquisito, ininfluenti i due doppi, che hanno visto un ritiro per parte, complice anche il grande caldo della giornata, che aveva messo a dura prova i giocatori.

 

TC Cerea – Tennis Comunali Vicenza 1-5

SINGOLARI: Giovanni Peruffo (2.4) b. Dario Punia (2.7) 3-6 6-1 6-2, Tommaso Bertuzzo (2.6) b. Simone Bandini (2.8) 7-5 6-1, Tommaso Dal Santo (2.3) batte Edoardo Pacchiega (2.6) 6-2 6-1, Simone Fucile (2.8) batte Davide Corradini (3.2) 6-1 6-2
DOPPI: Bertuzzo/Fucile b. Punia/Corradini 2-1 rit.,  Bandini/Ballottari b. Balestro/Dal Santo 2-1 rit.

Grande prestazione della nostra squadra di serie B2 capitanata dal maestro Mirko Balestro che batte per 4-2 il Tennis Levico Terme conquistando la seconda vittoria consecutiva e la terza del girone.
Sotto per 2-0 dopo i primi due singolari a seguito delle sconfitte di Matteo Meneghetti e Giovanni Peruffo, la rimonta parte con i due importantissimi successi di Tommaso Dal Santo e di Marco Carretta Carry e si completa grazie ai doppi con da una parte Dal Santo e Peruffo e dall’altra i giovanissimi Tommaso Bertuzzo e Simone Fucile, autori di una prova maiuscola che vale il 4-2 finale.

Pronto riscatto per la nostra squadra di serie B2 che, con una prova maiuscola, si impone per 5-1 sui campi del Plebiscito Padova.

La sfida si indirizza sui binari giusti già al termine dei singolari chiusi sul parziale di 3-1: Giovanni Peruffo (2.4) batte Lorenzo Favero (2.3) con il punteggio di 6-3 6-2, Matteo Meneghetti (2.5) regola Tommaso Parpajola (2.7) per 6-4 6-2 e Marco Carretta (2.7) supera Andrea Pavia (2.8) per 6-4 6-1. L’unica sconfitta, dopo tre ore e mezza di battaglia, é quella di Tommaso Dal Santo (2.3), fresco vincitore ai tornei open di Dolo e Bovolone, che si arrende al forte Alessandro Ragazzi (2.2) per 7-5 4-6 5-7.

A regalare i punti decisivi ci pensano i doppi con da una parte Peruffo e Meneghetti che prevalgono su Garbin/Ragazzi per 6-2 4-6 13-11 al long tie-break dopo aver annullato anche un match-point agli avversari e dall’altra Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo vincitori su Favero/Pavia per 6-3 7-6(0).

“Bravissimi – il commento a caldo del capitano Mirko BalestroUn’ottima prestazione da parte di tutti, dal primo all’ultimo, con i nostri due giovanissimi Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo che hanno dato prova di maturità contro avversari di qualità. Adesso mercoledì 2 giugno ci attende un’altra sfida molto delicata, contro il Levico, in casa, dove bisognerà mantenere altissima la concentrazione”.

Salvezza raggiunta per la nostra squadra A impegnata nel campionato di serie C.
La formazione capitanata da Alessia Stefani ha battuto per 3-1 il Plebiscito Padova nell’ultima giornata del girone.
Nei singolari successi per Adele Burato (2.4) contro Melissa Maria Valerio (2.8)con un duplice 6-2 e di Stefani contro Diletta Maria Mungo (3.1) per 6-0 6-2 a fronte della sconfitta di Alice Paterno (3.1) ad opera di Serena Forzutti (3.2) con il punteggio di 6-2 6-3.
Era poi il doppio composto da Burato e Paterno a regalare il punto della vittoria regolando Valerio/Forzutti per 6-0 6-2.

Esordio amaro nel campionato di serie C femminile per la nostra squadra A, sconfitta per 3-1 dal San Giovanni Lupatoto.

Che si trattasse di un avversario difficile lo si sapeva e il campo lo ha confermato.

A regalare l’unico punto alle nostre é stata il nuovo acquisto Adele Burato (2.4), che si é imposta in rimonta contro Samira Peverato (2.7) con il punteggio di 3-6 7-5 6-1
Negli altri due singolari, invece, sconfitte per Alessia Stefani (2.5) contro Gaia Cipriani (3.1) per 6-0 7-6 e per Carolina Bicego (3.5) con Carlotta De Amicis (3.1) per 6-4 2-6 6-1.

A risultato acquisito nel doppio Burato in coppia con Alice Paterno (3.1) che si arrendono a Peverato/Cipriani per 7-6 6-3.

Domenica prossima, 18 aprile, il debutto casalingo contro l’Eurotennis mentre la formazione B capitanata da Angela Canton, che nella prima giornata ha battuto la Canottieri Padova, sarà ancora in trasferta contro l’AT Verona.

La nostra squadra di serie C “targata” Mechanic System perde per 4-2 la semifinale con il TC Cerea, ma non vede ancora svanire i sogni promozione che passeranno attraverso lo spareggio di domenica, ancora in trasferta, contro lo Sporting Club 2001 di Vittorio Veneto del maestro Luca Serena.

Venendo alla sfida sfida di domenica, giocata in terra veronese, sono i doppi a condannare i nostri portacolori al termine di un confronto combattuto ed equilibrato che aveva visto il risultato in parità dopo i quattro singolari. A conquistare i due punti vicentini sono stati Tommaso Dal Santo (2.4), che ha battuto il pariclassifica Lorenzo Corioni per 6-2 5-7 10-1 e Simone Fucile (2.7), che ha superato Jacopo Rossi (2.6) per 6-2 3-6 10-7. Sconfitte, invece, per Giovanni Peruffo (2.4) e Tommaso Bertuzzo (2.7), che si sono arresi rispettivamente a Mike Urbanija (2.4) per 7-6 6-3 e a Dario Punia (2.8) per 6-2 6-4.

Decisivi, dunque, risultavano i doppi con capitan Mirko Balestro che si schierava in campo a fianco di Peruffo e dall’altra parte si affidava ai “baby” Fucile e Bertuzzo. Ed erano proprio loro ad andare vicinissimi al successo arrendendosi ad Urbanija/Buffo per 7-5 2-6 4-10. Più netta la sconfitta di Balestro/Peruffo, che perdevano con Ghidetti/Corioni per 6-3 6-1.

“Peccato, ma non posso che dire bravi ai miei ragazzi – commenta il maestro Balestro – Hanno dato tutto e anche oggi sono stati protagonisti di buone prestazioni contro avversari che, come del resto sapevamo, hanno dimostrato tutto il loro valore e a cui faccio i complimenti. Dispiace per il risultato, con Peruffo che nel tie-break ha avuto un set point a suo favore e con Bertuzzo che si è arreso ad un giocatore che aveva già battuto. Bravo però nel doppio con Simone Fucile mentre io ho pagato un po’ la non abitudine a disputare partite, in particolare non riuscendo a rispondere. Adesso ci attende la sfida decisiva con il Vittorio Veneto, un altro squadrone, composto da ottimi giocatori a cominciare dal 2.3 Luca Serena: in palio la promozione in serie B”.

Missione compiuta! La nostra squadra maschile di serie C “targata” Mechanic System espugna a Mestre i campi del Green Garden e vola in semifinale.

5-1 il risultato finale con la sfida che si indirizza subito sui binari giusti: Tommaso Dal Santo e Giovanni Peruffo, i due 2.4 della formazione capitanata nell’occasione da Luca Minuzzo, si impongono entrambi con il punteggio di 6-4 6-3 rispettivamente contro Marco Rampazzo (2.4) e Giovanni Orsoni (2.5). Successo facile anche per Simone Fucile (2.7), il giovanissimo del gruppo, che fa valere la sua classifica superando per 6-2 6-1 Alessandro Arena (3.2).

L’en plein nei singolari sfuma quando Andrea Bortolon (2.7) si arrende soltanto al long tie-break al pariclassifica Marcello Bassi, che vince per 6-4 2-6 10-7.

A regalare i punti della qualificazione ci pensano allora i doppi: da una parte Dal Santo/Peruffo hanno la meglio al termine di un’autentica battaglia conclusa 6-4 2-6 11-9 contro Rampazzo/Bassi mentre Fucile in coppia con il maestro Enrico Zen regola per 6-4 6-2 Orsoni/Salzano.

Applausi per tutti e il sogno continua!