Obiettivo raggiunto! Al suo primo campionato di A1 Tennis Comunali Vicenza centra l’obiettivo salvezza al termine delle tre giornate di gara, senza dover ricorrere ai playout.

Il successo all’ultimo respiro contro il TC Genova 1893, ben più sofferto e combattuto di quanto possa far pensare il 5-1 finale, ha regalato alla squadra berica la permanenza anche per la prossima stagione nell’élite del tennis italiano.

“Quella trascorsa domenica é stata una giornata da cardiopalma – esordisce Enrico Zen, presidente e capitano della formazione insieme con Osvaldo Della Valle – Marco Cecchinato é stato bravissimo a far ruotare una partita che lo vedeva sotto 5-2 con Arnaboldi, dimostrandosi una volta di più uomo squadra, di grande cuore ed attaccamento alla maglia. E, nonostante la sconfitta di Gabriele Bosio ad opera di un avversario, Matteo Arnaldi, decisamente più forte, siamo riusciti a chiudere i singolari sul 3-1 grazie ai successi di Giovanni Peruffo e di Aljaz Bedene. Anche in questi due incontri c’é stata grande sofferenza perché Giovanni, dopo aver vinto facilmente il primo set, ha un po’ rallentato prima di chiudere 7-5. Bedene si é trovato invece sotto di un break, ha comunque portato a casa il parziale per 7-5, nel secondo ha avuto un’infinità di occasioni prima di perdere il servizio e regalare a Diez il 6-4. Al long tie-break, pronti, via e si é trovato sotto 3-0, 5-1, 7-4, prima di completare una rimonta grazie ad un tennis di grandissima intensità. E lo stesso é capitato nel doppio con Cecchinato dove, in svantaggio per 2-4, ha girato la partita in modo clamoroso, alzando il livello con un’intensità da paura, fino al pallonetto di Cecchinato che é valso la vittoria e finalmente é potuta esplodere la nostra gioia. Sono davvero contentissimo perché rimaniamo in serie A1, tra le migliori squadre d’Italia.

Certo, con il senno di poi, c’é un po’ di rammarico per la sconfitta di sette giorni fa con il TC Crema, ma va benissimo comunque così. Siamo secondi in classifica e adesso ci attendono quindici mesi davanti per far crescere il nostro vivaio, che ci aveva regalato tante soddisfazioni in A2 e che ha pagato lo scotto del salto di categoria. Intanto sono contento per il primo successo di Peruffo sperando che da qui in avanti la stagione sia per lui ricca di soddisfazioni. Questo primo campionato di A1 é stato davvero bello, abbiamo dimostrato di essere competivi con i nostri tre nuovi giocatori,  Cecchinato, Bedene e Fabbiano che,,al di là delle loro grandissime qualità hanno dimostrato di tenere alla maglia e hanno saputo fare squadra”.

E proprio Marco Cecchinato si é confermato il giocatore in grado di fare la differenza, con 3 successi su 3 nei singolari e un 2 su 3 nei doppi.

“Sono contento di questo campionato anche se resta un pizzico di rammarico per la sconfitta casalinga con Crema – commenta l’ex n. 16 del mondo – Se avessimo vinto si sarebbero aperte infatti le porte dei playoff. É stato un campionato breve, ma molto intenso e combattuto. Ci tenevo tanto a salvare la squadra alla sua prima stagione in A1 e devo dire che mi sono trovato benissimo. I ringraziamenti d’obbligo sono per Enrico Zen, Osvaldo Della Valle e Mirko Balestro, le persone che mi sono state più vicino, ma anche per i ragazzi, con cui abbiamo fatto gruppo. Senza dimenticare naturalmente gli sponsor. In campo con Bedene, poi, mi sono trovato benissimo. Dispiace per il doppio perso al long tie-break con Fabbiano altrimenti avrei chiuso imbattuto. Adesso posso concentrarmi soltanto sulla nascita di mio figlio, prevista tra una settimana, poi alla ripresa dei tornei internazionali da metà agosto insieme con il mio coach Max Sartori penserò a risalire la classifica. Ho grande voglia di giocare, di tornare in alto e credo che Max, che stimo tantissimo e in cui ho grande fiducia, sia la persona giusta per riportarmi ad altissimi livelli”.

Marco Cecchinato

Tennis Comunali Vicenza festeggia la permanenza in A1

 


Tennis Comunali Vicenza b. Tc Genova 1893 5-1

Matteo Arnaldi (Genova) b. Gabriele Bosio 6-0 6-1

Marco Cecchinato  b. Andrea Arnaboldi 7-6(5) 3-1 rit.

Aljaz Bedene b. Steven Diez Monge 7-5 4-6 10-8

Giovanni Peruffo b. Mirko Lagasio 6-1 7-5

Cecchinato/Bedene b. Arnaldi/Diez Monge 7-5 6-2

Bosio/Peruffo b. Motti/Lagasio 1-6 7-5 7-3 rit.

Classifica
5 (3) Tc Crema (play-off scudetto)

4 (3) Tennis Comunali Vicenza (salvezza)

4 (3) Tc Genova 1893 (play-out retrocessione)

2 (3) Tc Sinalunga (play-out retrocessione)

 

 

Tutti a tifare per Giovanni Peruffo
Debutto casalingo amaro per la nostra squadra di serie A1 che si arrende per 4-2 al TC Crema.

Si é trattato di una sfida combattuta, vissuta sul filo dell’equilibrio, in cui la differenza l’hanno fatta quei pochi punti che hanno deciso il long tie-break di Giovanni Peruffo e il doppio di Cecchinato e Fabbiano.

Proprio i nuovi acquisti di Tennis Comunali Vicenza, allenati da Massimo Sartori nell’occasione anche in panchina, avevano regalato ai padroni di casa i due punti nei singolari a fronte delle sconfitte di Gabriele Bosio e, come detto, di Giovanni Peruffo, battuti poi anche nel doppio.

“Da un possibile 3-1 a nostro favore se Giovanni Peruffo avesse vinto il suo singolare ci troviamo invece a commentare una sconfitta per 4-2 – afferma il capitano Enrico Zen – Che dire se non che é stata una giornata in cui niente é girato per il verso giusto. Vorrei fare i complimenti a Marco Cecchinato che, al di là dell’ottima prestazione messa in campo contro Andrey Golubev, si sta dimostrando sempre di più uomo squadra. Sono contento anche dell’esordio di Thomas Fabbiano che, nonostante non sia ancora al top della condizione, ha battuto un avversario per nulla facile come Sinicropi. Purtroppo anche questa settimana Gabriele Bosio ha dovuto affrontare un giocatore davvero forte come Ruggeri mentre mi auguro che la sconfitta di Peruffo, seppur amara per come é maturata, serva a Giovanni per maturare e proseguire nel suo percorso di crescita. Domenica ci attende l’ultima sfida del girone contro il TC Genova 1892 e, come sempre, proveremo a giocarcela dando tutto e anche di più. Il campionato si sta confermando difficilissimo come ci aspettavamo, ma siamo pronti a dare battaglia”.

Tennis Comunali Vicenza – Tc Crema 2-4

Samuel Vincent Ruggeri (Crema) b. Gabriele Bosio 6-2 6-0

Thomas Fabbiano (Vicenza) b. Riccardo Sinicropi 6-3 6-4

Marco Cecchinato (Vicenza) b. Andrey Golubev 6-2 6-2

Lorenzo Bresciani (Crema) b. Giovanni Peruffo 1-6 7-6(2) 10-7

Golubev/Vincent Ruggeri b. Cecchinato/Fabbiano 6-4 4-6 10-7

Sinicropi/Bresciani b. Bosio/Peruffo 6-4 6-3

Marco Cecchinato

Domenica 12 luglio, con inizio alle ore 15, é in programma la seconda giornata del campionato di serie A1 che ci vedrà ospitare sui nostri campi di via Monte Zebio il TC Crema.

Come da disposizioni ministeriali in ambito di manifestazioni sportive anche la serie A1 si giocherà a porte chiuse.

All’interno dell’impianto sarà presente soltanto un numero minimo di persone in modo da non creare nessun tipo di assembramento, dando priorità ai ragazzi iscritti alla scuola tennis e ai soci di Tennis Comunali Vicenza.

 

 

 

 

 

 



Si chiude con un pareggio per 3-3 la sfida d’esordio nel campionato di serie A1 della nostra squadra impegnata sui campi senesi del TC Sinalunga al termine di una giornata dalle tante emozioni e vissuta sul filo dell’equilibrio.

I nostri si presentano con i due nuovi acquisti Aljaz Bedene e Marco Cecchinato a cui i padroni di casa rispondono con Bruno Santos Sant’Anna e Luca Vanni, ma soprattutto con il giovane Matteo Gigante, fresco semifinalista al torneo di Perugia.

Ed é il tennista del vivaio a regalare il primo punto ai toscani con un netto 6-1 6-2 contro Gabriele Bosio. A riportare in parità la sfida ci pensa Marco Cecchinato che, con una grande rimonta, si impone contro Luca Vanni, superato con lo score di 4-6 7-5 10-6 al long tie-break.

Un break al terzo gioco costa al giocatore palermitano il primo set non riuscendo più a recuperare contro un avversario che, sfruttando la sua altezza, non cede il servizio. Nel secondo, però, Cecchinato trova sempre di più il suo gioco e, dopo un break e controbreak, riesce ad ottenere quello decisivo sul 6-5 che gli vale anche il parziale. Al long tie-break si trova subito sotto 3-0, complice anche un doppio fallo e due ottime battute di Vanni, ma di lì è un crescendo che lo fa volare sull’8-4, 9-6 per poi chiudere vittoriosamente il match.
E ancora parità al termine degli altri due singolari: Aljaz Bedene rispetta i pronostici dell vigilia piegando Bruno Henrique Santos Sant’Anna per 6-3 6-4. Grandi rimpianti invece per Giovanni Peruffo che, avanti per 4-1, si fa rimontare da Marcello Serafini subendo il break sul 5-5 per poi perdere il primo set per 7-5 e il secondo per 6-4. A decidere la sfida sono dunque i due doppi.
Da una parte Cecchinato/Bedene contro Gigante/Serafini e dall’altra Bosio/Peruffo opposti a Vanni/Miceli. E non tradiscono le attese i nostri numeri 1 che conquistano il terzo punto imponendosi per 6-4 6-2. Contemporaneamente sull’altro campo é battaglia punto su punto con i padroni di casa che vincono il primo set al tie-break per 7-5 dopo che Bosio/Peruffo erano stati avanti 3-1 e sotto 3-6 avevano annullato due set point.
E tie break fatale anche nel secondo set e ancora per 7-5.
Finisce dunque 3-3 la sfida di questa prima giornata.

“Come avevo pronosticato alla vigilia si é trattato di un’autentica battaglia – esordisce Enrico Zen capitano della squadra insieme con Osvaldo Della Valle – disputata anche in condizioni difficili considerando che Bedene e Cecchinato sono stati costretti a giocare indoor. Ciò nonostante hanno risposto da campioni quali sono sfoderando due ottime prestazioni. Dispiace invece per il singolare perso da Giovanni Peruffo, che si era trovato avanti per 4-1 nel primo set. Peccato anche per il secondo doppio: ecco, forse i nostri ragazzi dovevano crederci di più e mostrare maggiore cattiveria in campo. In ogni caso ci prendiamo questo primo punto in vista della sfida di domenica con Crema, che ha quasi sfiorato l’impresa contro Genova a testimonianza dell’equilibrio del girone”.


Soddisfatto del suo esordio Marco Cecchinato: “Sono contento di aver portato a casa una partita difficile, che mi ha visto sempre lottare, contro un avversario che ha servito molto bene e che era probabilmente anche avvantaggiato dal fatto di giocare indoor, con molti scambi veloci. E non é stato facile ritrovare il clima partita dopo sei mesi di assenza dalle competizioni. Fisicamente non ho avuto problemi e sono soddisfatto di avere dato il mio contributo alla squadra sia nel singolare sia nel doppio. Ecco, magari la stanchezza la sentirò domani”.

Tennis Comunali Vicenza tornerà in campo domenica 12 luglio ospitando il TC Crema: si inizia alle ore 15.


Aljaz Bedene, nuovo acquisto della nostra squadra di serie A1, attuale n. 61 del mondo ma già al n. 43 del ranking ATP, si presenta così: “Sono molto felice di essere qui a Vicenza anche se é da tempo che non gioco una partita di torneo ufficiale. In ogni caso é bello tornare in Italia, un paese che amo, per la gente e per il cibo”.

– Un saluto ai tifosi?
“Non so se li avremo al nostro fianco in questa prima partita, però in ogni caso sentiremo il loro supporto. Non posso promettere che vinceremo, però sicuramente che in campo daremo il massimo”.

Aljaz Bedene in allenamento

Ph. Alessandro Zonta

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Da sala degli Stucchi di Palazzo Trissino inizia la nuova sfida in serie A1 di Tennis Comunali Vicenza.

A fare gli onori di casa l’assessore allo sport Matteo Celebron: “C’é grande soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale per l’impegno e gli ottimi risultati raggiunti dalla società Tennis Comunali, dopo quelli calcistici del Lanerossi Vicenza – ha esordito – Un altro traguardo positivo dello sport vicentino che contribuirà a portare il nome della nostra città in giro per l’Italia. Mi complimento con gli atleti e auguro alla squadra una buona partenza. Ringrazio la società per l’ottimo lavoro che sta svolgendo nella struttura comunale e per il prezioso servizio di qualità offerto alla cittadinanza, in particolare ai giovani, con l’obiettivo di innalzare il livello dello sport a Vicenza”.

A rappresentare la Federtennis il vice presidente nazionale Gianni Milan: “Con piacere ed orgoglio sono qui alla presentazione della squadra di serie A1 di Tennis Comunali Vicenza, l’unico circolo del Veneto a prendere parte al massimo campionato organizzato dalla Federtennis, che mi onoro di rappresentare – ha dichiarato – Non è stato facile arrivare a questo giorno che rappresenta un momento dal significato speciale. Per il circolo presieduto da Enrico Zen che, per la prima volta nella sua storia decennale, si misurerà con le migliori squadre italiane raggiungendo un’eccellenza che poche società cittadine e della nostra provincia possono vantare. Ma è un ritorno in campo importante anche per la nostra Federazione, tra le prime a riprendere l’attività dopo i lunghi mesi di stop forzato a causa del lockdown”.

“Mi congratulo con Tennis Comunali Vicenza, l’unico circolo veneto in serie A1 – sottolinea il delegato provinciale del Coni Giuseppe Franco Falco – Secondo i dati del Coni nel tennis c’è stato un notevole incremento nel numero dei praticanti e dei tesserati: quantità, a cui si associa anche la qualità come del resto testimonia il circolo presieduto da Enrico Zen, una delle eccellenze della nostra provincia sportiva a cui auguriamo di prendersi nuove soddisfazioni”.

E la parola é proprio per il presidente di Tennis Comunali Enrico Zen: “La serie A1 che abbiamo conquistato lo scorso dicembre al termine di una cavalcata vincente é un risultato che riempie di orgoglio il circolo che rappresento, e che il prossimo 31 agosto festeggerà il suo decennale, ma credo senza presunzione anche un’intera città.,Avere al mio fianco, ancora una volta, l’Amministrazione comunale é la testimonianza dell’apprezzamento del nostro lavoro, rivolto innanzi tutto ai giovani che sono il futuro a cui guardare, e soprattutto la spinta ad andare avanti su questa strada. Pur in un anno difficile, con la pandemia da Covid-19 che ci ha costretto per mesi ad interrompere l’attività, ripartiamo con nuovo slancio in un campionato che si annuncia difficilissimo, in cui però proveremo a regalare nuove soddisfazioni ai nostri sostenitori e a tutto lo sport vicentino”.

Tennis Comunali Vicenza debutterà domenica 5 luglio in trasferta, sui campi senesi del TC Sinalunga, contro cui due anni fa perse i playoff, per poi ospitare Crema e Genova, quest’ultima avversaria anche nella passata stagione.

 

E’ partito il conto alla rovescia per quella che è una prima volta dal sapore davvero speciale.
Tennis Comunali Vicenza domenica 5 luglio debutterà infatti in serie A1.
Un risultato storico quello centrato dalla società cittadina lo scorso dicembre al termine di una cavalcata vincente conclusa vittoriosamente nella doppia sfida contro il TC Lecco.
Ma adesso é il momento di tornare in campo dopo la lunga attesa seguita al periodo di forzata inattività a causa dell’emergenza da Covid-19. Dagli inizi di maggio, però, i giocatori di Enrico Zen hanno ripreso ad allenarsi regolarmente anche se sicuramente mancherà l’abitudine con le partite vere.
A riassaporare il clima agonistico, ai Campionati italiani assoluti che si concluderanno a Todi, i due nuovi acquisti del circolo cittadino. Thomas Fabbiano, testa di serie n. 3 del tabellone, si è dovuto arrendere al secondo turno ad Andrea Vavassori, che si è imposto con il punteggio di 7-6 6-4.
Poca fortuna, a dispetto del fatto di essere stato “ripescato” dalle qualificazioni come lucky loser, anche per Pietro Rondoni, battuto con un duplice 6-3 da Federico Gaio.
E, dopo questo assaggio di tennis vero, ecco la composizione dei gironi che vede i nostri portacolori inseriti in un raggruppamento con i toscani del TC Sinalunga, il TC Crema e il TC Genova 1893.
“Sarà un campionato equilibratissimo, che si giocherà su pochissimi punti ed ogni domenica sarà una battaglia – commenta a caldo Enrico Zen – In un girone a quattro squadre non esiste infatti una formazione totalmente favorita o un’altra cosiddetta materasso, quindi tutto é possibile”.
Il debutto é dunque per il 5 luglio in trasferta, sui campi senesi del TC Sinalunga, contro cui due anni fa arrivò una sconfitta nei playoff promozione, per poi ospitare Crema e Genova, quest’ultima avversaria anche nella passata stagione.
Nel frattempo, martedì 30 giugno, alle ore 11.30, nella splendida cornica di Sala degli stucchi a palazzo Trissino ci sarà la presentazione ufficiale della squadra alla presenza tra gli altri dell’assessore allo sport Matteo Celebron, del vice presidente della Federtennis Gianni Milan e del delegato del Coni di Vicenza Giuseppe Franco Falco.

In alto la foto della presentazione dello scorso anno in Sala degli stucchi: da sinistra il vice presidente della Federtennis Gianni Milan, l’assessore Matteo Celebron, il sindaco Francesco Rucco e il presidente di Tennis Comunali Vicenza Enrico Zen

Enrico Zen, presidente di Tennis Comunali Vicenza, si è fatto un bel regalo di compleanno.
O, meglio, lo ha fatto alla sua squadra che per la prima volta nella storia decennale del circolo di via Monte Zebio (a fine agosto si festeggerà anche questo traguardo!) prenderà parte al campionato di serie A1, vale a dire l’élite del tennis italiano.
I regali, perchè sono ben tre, rispondono al nome di Marco Cecchinato e Thomas Fabbiano, già n. 16 e 70 del mondo, due giocatori che non hanno certo bisogno di presentazioni e che hanno deciso di “sposare” il progetto della squadra cittadina anche perchè hanno deciso di allenarsi in città sotto la guida di Massimo Sartori.
Il terzo nuovo acquisto è lo sloveno di Lubiana Aljaz Bedene, 30 anni, attuale n. 61 del mondo, ma già al 43° posto del ranking nel febbraio 2018.
“Ho trovato estrema disponibilità da parte di tutti quanti – commenta Zen – cercando di avere una rosa il più completa possibile in un campionato che si annuncia difficilissimo. Con questi nuovi acquisti la nostra si presenta come un’ottima squadra, pronta a dare battaglia, anche se la formula di svolgimento del campionato, in sole tre giornate, é una sorta di terno al lotto. Il primo obiettivo, come sempre e quest’anno una volta di più, é la salvezza”.

“Sono contento anche perchè mi alleno qui a Vicenza con Max Sartori – gli fa eco Marco Cecchinato – Sono molto felice di giocare la prossima serie A1 con la maglia di Tennis Comunali Vicenza e di far parte di questo gruppo. L’obiettivo? E’ presto per sbilanciarsi in pronostici, non conoscendo ancora i nomi delle nostre avversarie, però sono pronto a dare il mio contributo in campo per regalare nuove soddisfazioni al circolo dopo la promozione dello scorso anno”.
“Sono felice di giocare per Tennis Comunali Vicenza – aggiunge Thomas Fabbiano – e mi aspetto di fare bene e di creare un bel gruppo gettando le basi per un progetto importante vista la qualità dei giocatori in rosa a cominciare da Marco Cecchinato, mio compagno di allenamenti sotto la guida di Max Sartori. Ringrazio Enrico Zen per l’opportunità che mi ha dato, ma anche la città di Vicenza dove mi sono trasferito e a cui voglio regalare delle soddisfazioni”.
Ma non basta: la conferma dello spagnolo Pedro Martinez Portero dà un’ulteriore tasso di qualità alla squadra che può contare su due giovani interessanti del vivaio come Gabriele Bosio e Giovanni Peruffo, oltre ai “rampanti” Tommaso Dal Santo, Marco Carretta e ai giovanissimi Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo.
Alla Serie A1 maschile, al via il 5 luglio, prenderanno parte 16 squadre divise in quattro gironi semplici (sola andata) da quattro squadre.
Le prime classificate di ogni girone parteciperanno ad un tabellone di playoff a quattro squadre, con incontri di andata e ritorno al primo turno, integralmente sorteggiato. Le squadre seconde classificate nei gironi manterranno il diritto alla partecipazione alla Serie A1 nel 2021.
Le terze e quarte classificate disputeranno invece i playout.

Aljaz Bedene

Nella straordinaria cornice di sala degli Stucchi a Palazzo Trissino l’assessore alle attività sportive Matteo Celebron ha ricevuto la nostra squadra neo promossa in serie A1.

Con il presidente Enrico Zen erano presenti il capitano Osvaldo Della Valle ed una larga rappresentanza della formazione: Giovanni Peruffo, Tommaso Dal Santo, Marco Carretta e i giovanissimi Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo.

“Alla società Tennis Comunali Vicenza vanno i complimenti da parte dell’amministrazione e della città per questa promozione che vede il ritorno dei colori biancorossi in serie A1 dopo tanti anni di assenza – ha dichiarato l’assessore Celebron – Si tratta di una società solida, con obiettivi chiari dal punto di vista sportivo e organizzativo, che lavora bene per la città: fare sport non significa, infatti, solo puntare sull’agonismo e sui risultati ma soprattutto sull’educazione e sulla promozione di valori tra gli uomini e le donne del domani”.

La parola é passata quindi ad Enrico Zen: “É per me un grande orgoglio essere qui oggi a festeggiare la promozione in serie A1 – ha affermato il nostro presidente – Proprio da questa sala, dall’ineguagliabile bellezza e dall’altrettanto rilevante significato istituzionale, era partita l’avventura della nostra squadra di A2.

La presentazione ufficiale alla presenza del sindaco Francesco Rucco e dell’assessore Matteo Celebron era stata beneagurante in vista di quella che si sarebbe poi rivelata una cavalcata vincente, che ci ha portato un po’ in tutta Italia, da nord fino alla Sicilia, in un crescendo di emozioni culminate nella doppia finale dei playoff contro il TC Lecco. Ancor oggi, nel rivedere le immagini di quelle partite fino al match-point decisivo nel doppio, provo un qualcosa che é difficile spiegare a parole.

C’é innanzi tutto la soddisfazione di veder ripagato il lavoro, iniziato ormai dieci anni quando abbiamo preso in gestione l’impianto di via Monte Zebio, e che ci ha portato ad essere un circolo di riferimento e all’avanguardia in città, in provincia e in regione, non a caso sede di uno dei Centri tecnici nazionali della Federtennis.

I risultati oggi sotto gli occhi di tutti sono frutto di un lavoro di squadra, a cominciare dai nostri maestri, per continuare con tutte le persone che contribuiscono quotidianamente a far sì che centinaia di persone che frequentano i nostri campi possano usufruire di un servizio in cui qualità e competenza sono le parole d’ordine.

E poi c’è la passione che ogni giorno ci fa scendere in campo accanto ai giovani cercando di aiutarli nel loro percorso di crescita sportiva ed umana provando a far sì che i loro sogni si realizzano.

L’esempio ci arriva da Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo, che rispettivamente a 17 e 16 anni hanno avuto la possibilità di esordire, vincendo, in un campionato difficile come la serie A2.

Loro rappresentano il nostro futuro mentre Gabriele Bosio, Giovanni Peruffo, Tommaso Dal Santo e Marco Carretta sono già il nostro presente che, accanto di giocatori di esperienza come Pedro Martinez Portero e Pietro Rondoni, ci proiettano già al prossimo campionato.

Una sfida importante come lo è essere tra le migliori 16 squadre d’Italia, che affronteremo con i piedi ben saldi per terra o, meglio, in campo, però con quel pizzico di sfrontatezza che di solito caratterizza i giovani.

Perchè i giovani, quelli della scuola Sat come dell’agonistica, sono i tennisti da plasmare, ognuno in modo differente, per provare ad ottenere il meglio da ognuno.

Ma non dimentichiamo i nostri quasi mille soci, gli appassionati non agonisti, che sono la nostra base da sempre, lo zoccolo duro di un’attività amatoriale non meno importante.

Tutto questo é reso possibile grazie al supporto fondamentale degli sponsor.

Un grazie, ultimo ma non ultimo, va all’Amministrazione comunale, al sindaco Rucco e all’assessore Celebron, che da subito ci sono stati vicini, “sposando” la filosofia di Tennis Comunali Vicenza e rendendo possibile una serie di interventi, dal nuovo campo da padel alla sistemazione dei vialetti, che rendono il nostro circolo, oltre che più bello, usufruibile davvero da tutti.

E, allora, non ci resta che tuffarci in questa nuova avventura che, non a caso, inizia con la A maiuscola: quella della serie A1″.

A congratularsi per il prestigioso obiettivo raggiunto anche Luigi Battistolli, presidente di Panathlon Vicenza, ma soprattutto grande uomo di sport che, alla passione per i motori che lo vede ancora primeggiare a livello italiano ed europeo nei rally storici, unisce un interesse autentico e coinvolgente per tante altre discipline, dal rugby al tennis appunto.

Non é potuto essere presente, in quanto impegnato a Melbourne per gli Australian Open nel suo ruolo istituzionale di vice presidente della Federtennis, Gianni Milan, che ha rinnovato in un messaggio i suoi complimenti per il risultato ottenuto che riporta dopo anni Vicenza nell’élite del tennis nazionale.