Articoli

I vincitori del doppio misto Alessia Stefani e Fabrizio Cavestro con Enrico Zen e Massimo Dambruoso

8 settembre in campo con un appuntamento che ormai é diventato una tradizione per il tennis vicentino fin dal lontano 1997: gli Shoout-out.
La manifestazione é stata ideata da Massimo Dambruoso e ha visto nell’albo d’oro il nome di tanti giocatori noti della provincia, ma anche di fuori.
Questa edizione n. 24 é andata in scena sui nostri campi all’insegna del divertimento, ma anche di un sano agonismo. Nota la formula con il long tie-break che sostituisce il set giocando al meglio dei due su tre. Ad imporsi nel maschile (e si tratta della prima volta!) é stato Marco Tamiello (2.5 del Circolo Tennis Vicenza) che in finale ha sconfitto il nostro Giovanni Peruffo (2.4) al termine di una sfida molto tirata chiusa sul 12-10 e 10-8.
Semifinalisti Simone Fucile (2.6) e Fabrizio Cavestro.
Nel femminile successo ancora targato CTV con la giovanissima Carolina Dibenedetto (2.8) che ha superato un’altra portacolori di Tennis Comunali Vicenza, Alessia Stefani (2.6) per 10-5 10-7.
Semifinaliste Joanna Mancini (3.4 di Tennis Comunali Vicenza) e Anastasia Padovan (3.2 del TC Noventa Vicentina)
Stefani, però, si é presa la rivincita nel doppio misto dove in coppia con Fabrizio Cavestro (2.4 del CTV) si é imposta per 8-10 10-5 10-4 sempre contro Tamiello/Di Benedetto.
Alla fine applausi per tutti con il nostro presidente Enrico Zen (anche lui in campo e sconfitto nei quarti dal poi vincitore) a fare gli onori di casa dando appuntamento fin da ora alla prossima edizione.

Peccato! Sfuma sui campi del CT Barletta, dopo il doppio di spareggio, la promozione in serie B1!

Dopo il successo per 4-2 ottenuto nella sfida di andata è capitata la classica domenica storta alla squadra capitanata dal maestro Mirko Balestro, con il solo Marco Carretta a vincere il suo singolare con un duplice 6-4 contro Antonio Vernò a fronte delle sconfitte in due set di Giovanni Peruffo e Matteo Meneghetti ad opera rispettivamente di Alessio Savoldi e Luca Scelzi.

Tutto é ruotato forse intorno al match di Tommaso Dal Santo che si arrende per 7-5 al terzo set a Giuseppe Tresca dopo essere stato in vantaggio 5-4 e 40-0 prima di subire un parziale di 13 punti a 0 nel parziale decisivo. Non é bastato poi vincere il doppio (6-4 6-3) con lo stesso Dal Santo e Peruffo perché dall’altra parte Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo non riuscivano a trovare quel punto che avrebbe voluto dire parità e quindi promozione battuti con un duplice 6-3. Nel doppio decisivo i padroni di casa cambiano le carte schierando Savoldi e Tresca che s’impongono contro Dal Santo/Peruffo con il punteggio di 7-5 6-1 e fanno esplodere la festa pugliese grande come la delusione dei nostri per essere stati ad un passo dal sogno.

Si è chiusa con il punteggio di 4-2 la sfida di andata per la promozione in serie B1 che vede la nostra squadra opposta al CT Barletta.

I quattro punti arrivano tutti nei singolari con Marco Carretta (2.7) che batte con un duplice 6-3 Antonio Vernò (2.6), Giovanni Peruffo (2.4) che regola Alessio Savoldi (2.4) con il punteggio di 6-3 1-6 6-2, Matteo Meneghetti supera Luca Scelzi (2.6) per 7-5 6-0 e Tommaso Dal Santo (2.3) che si impone contro Giuseppe Tresca (2.2) con un doppio 6-2. Sfortunati i doppi, persi entrambi al long tie-break con da una parte Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo che si arrendono per 6-3 0-6 8-10 a Tesca/Scelzi mentre Dal Santo/Peruffo sono sconfitti per 3-6 7-6 4-10 da Savoldi/Faggella.

“Non posso che dire bravi ai miei ragazzi per quanto fatto vedere nei singolari – commenta a caldo il presidente  del circolo, e nell’occasione capitano, Enrico ZenNei doppi, invece, nonostante le raccomandazioni, non siamo scesi in campo con la stessa determinazione anche se sappiamo poi che, al long tie-break, può succedere di tutto. In particolare, nell’incontro di Bertuzzo e Fucile, sul punteggio di 8 pari c’è stato un nastro davvero sfortunato che ha regalato il match-point agli avversari dopo che i nostri erano stati sempre avanti e non meritavano la sconfitta. In ogni caso, se mi avessero detto alla vigilia di un risultato così ci avrei messo la firma visto il valore della squadra che avevamo di fronte. Adesso ci attende un’ultima battaglia, difficilissima, in cui una volta di più daremo il massimo per raggiungere l’obiettivo”.

Domenica 11 luglio la sfida di ritorno a Barletta per coronare un sogno.

 

Tutto facile o quasi per la nostra squadra di serie B2 che, nella penultima giornata della fase a gironi, va a vincere con un netto 5-1 a Cerea consolidando così il secondo posto alle spalle della corazzata Rungg, assoluta dominatrice del raggruppamento e pronta a festeggiare la promozione in B1.

Per i nostri ragazzi, invece, i sogni di gloria potrebbero passare attraverso i playoff dopo l’ultimo impegno, in programma domenica prossima, contro il TC Triestino: un punto consentirebbe di blindare il secondo posto ai danni del Plebiscito Padova.

“Non voglio fare calcoli, ma vincere” commenta capitan Mirko Balestro che ha dato spazio ai giovani, con Tommaso Bertuzzo e Simone Fucile, finora sempre vittoriosi nel doppio, che non tradiscono la fiducia anche nei singolari: se Fucile (2.8) non ha avuto problemi contro Corradini (3.2), Bertuzzo é stato protagonista di un’ottima prova contro un avversario, Bandini, oggi 2.8 in classifica, ma ex 2.2 come testimonia la potenza del braccio.

“Le prestazioni dei nostri giovanissimi sono la nota più positiva della giornata” aggiunge Balestro.

Più combattuto di quanto dica il punteggio il match di Tommaso Dal Santo contro Pacchiega mentre Giovanni Peruffo, dopo aver perso il primo set, ha ritrovato concentrazione e misura dei colpi per avere la meglio di Dario Punia.

A risultato ormai acquisito, ininfluenti i due doppi, che hanno visto un ritiro per parte, complice anche il grande caldo della giornata, che aveva messo a dura prova i giocatori.

 

TC Cerea – Tennis Comunali Vicenza 1-5

SINGOLARI: Giovanni Peruffo (2.4) b. Dario Punia (2.7) 3-6 6-1 6-2, Tommaso Bertuzzo (2.6) b. Simone Bandini (2.8) 7-5 6-1, Tommaso Dal Santo (2.3) batte Edoardo Pacchiega (2.6) 6-2 6-1, Simone Fucile (2.8) batte Davide Corradini (3.2) 6-1 6-2
DOPPI: Bertuzzo/Fucile b. Punia/Corradini 2-1 rit.,  Bandini/Ballottari b. Balestro/Dal Santo 2-1 rit.

Grande prestazione della nostra squadra di serie B2 capitanata dal maestro Mirko Balestro che batte per 4-2 il Tennis Levico Terme conquistando la seconda vittoria consecutiva e la terza del girone.
Sotto per 2-0 dopo i primi due singolari a seguito delle sconfitte di Matteo Meneghetti e Giovanni Peruffo, la rimonta parte con i due importantissimi successi di Tommaso Dal Santo e di Marco Carretta Carry e si completa grazie ai doppi con da una parte Dal Santo e Peruffo e dall’altra i giovanissimi Tommaso Bertuzzo e Simone Fucile, autori di una prova maiuscola che vale il 4-2 finale.

Pronto riscatto per la nostra squadra di serie B2 che, con una prova maiuscola, si impone per 5-1 sui campi del Plebiscito Padova.

La sfida si indirizza sui binari giusti già al termine dei singolari chiusi sul parziale di 3-1: Giovanni Peruffo (2.4) batte Lorenzo Favero (2.3) con il punteggio di 6-3 6-2, Matteo Meneghetti (2.5) regola Tommaso Parpajola (2.7) per 6-4 6-2 e Marco Carretta (2.7) supera Andrea Pavia (2.8) per 6-4 6-1. L’unica sconfitta, dopo tre ore e mezza di battaglia, é quella di Tommaso Dal Santo (2.3), fresco vincitore ai tornei open di Dolo e Bovolone, che si arrende al forte Alessandro Ragazzi (2.2) per 7-5 4-6 5-7.

A regalare i punti decisivi ci pensano i doppi con da una parte Peruffo e Meneghetti che prevalgono su Garbin/Ragazzi per 6-2 4-6 13-11 al long tie-break dopo aver annullato anche un match-point agli avversari e dall’altra Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo vincitori su Favero/Pavia per 6-3 7-6(0).

“Bravissimi – il commento a caldo del capitano Mirko BalestroUn’ottima prestazione da parte di tutti, dal primo all’ultimo, con i nostri due giovanissimi Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo che hanno dato prova di maturità contro avversari di qualità. Adesso mercoledì 2 giugno ci attende un’altra sfida molto delicata, contro il Levico, in casa, dove bisognerà mantenere altissima la concentrazione”.

Inizierà domenica 16 maggio, alle ore 10, sui campi di casa di via Monte Zebio la nuova avventura della nostra squadra di serie B2 che ospiterà il CT Trento.

Una formazione composta quasi per intero dai nostri giovani – commenta alla vigilia del debutto il presidente di Tennis Comunali Vicenza Enrico Zencon tante conferme, ma anche con l’innesto di giocatori di qualità quali Alessandro Battiston, Matteo Meneghetti e Andrea Martellato che sono convinto ci regaleranno grandi soddisfazioni. Dunque, dopo la promozione dalla serie C ci tuffiamo con grande entusiasmo in questa sfida contro avversari di qualità che testeranno il livello dei nostri chiamati a fare esperienza anche in vista del campionato maggiore, quello di serie A1, in programma ad inizio autunno e che ci vedrà al via per il secondo anno consecutivo pronti a battagliare contro i migliori circoli di tutta Italia”.

 

LA SQUADRA

Tommaso Dal Santo 2.3

Giovanni Peruffo 2.4

Alessandro Battiston 2.5

Matteo Meneghetti 2.5

Tommaso Bertuzzo 2.6

Marco Carretta 2.7

Simone Fucile 2.8

Andrea Martellato 3.1

Capitano – giocatore: maestro Mirko Balestro 2.8

 

La nostra squadra “targata” Mechanic System promossa in serie B2

Continua a leggere

La nostra squadra di serie C “targata” Mechanic System perde per 4-2 la semifinale con il TC Cerea, ma non vede ancora svanire i sogni promozione che passeranno attraverso lo spareggio di domenica, ancora in trasferta, contro lo Sporting Club 2001 di Vittorio Veneto del maestro Luca Serena.

Venendo alla sfida sfida di domenica, giocata in terra veronese, sono i doppi a condannare i nostri portacolori al termine di un confronto combattuto ed equilibrato che aveva visto il risultato in parità dopo i quattro singolari. A conquistare i due punti vicentini sono stati Tommaso Dal Santo (2.4), che ha battuto il pariclassifica Lorenzo Corioni per 6-2 5-7 10-1 e Simone Fucile (2.7), che ha superato Jacopo Rossi (2.6) per 6-2 3-6 10-7. Sconfitte, invece, per Giovanni Peruffo (2.4) e Tommaso Bertuzzo (2.7), che si sono arresi rispettivamente a Mike Urbanija (2.4) per 7-6 6-3 e a Dario Punia (2.8) per 6-2 6-4.

Decisivi, dunque, risultavano i doppi con capitan Mirko Balestro che si schierava in campo a fianco di Peruffo e dall’altra parte si affidava ai “baby” Fucile e Bertuzzo. Ed erano proprio loro ad andare vicinissimi al successo arrendendosi ad Urbanija/Buffo per 7-5 2-6 4-10. Più netta la sconfitta di Balestro/Peruffo, che perdevano con Ghidetti/Corioni per 6-3 6-1.

“Peccato, ma non posso che dire bravi ai miei ragazzi – commenta il maestro Balestro – Hanno dato tutto e anche oggi sono stati protagonisti di buone prestazioni contro avversari che, come del resto sapevamo, hanno dimostrato tutto il loro valore e a cui faccio i complimenti. Dispiace per il risultato, con Peruffo che nel tie-break ha avuto un set point a suo favore e con Bertuzzo che si è arreso ad un giocatore che aveva già battuto. Bravo però nel doppio con Simone Fucile mentre io ho pagato un po’ la non abitudine a disputare partite, in particolare non riuscendo a rispondere. Adesso ci attende la sfida decisiva con il Vittorio Veneto, un altro squadrone, composto da ottimi giocatori a cominciare dal 2.3 Luca Serena: in palio la promozione in serie B”.

Missione compiuta! La nostra squadra maschile di serie C “targata” Mechanic System espugna a Mestre i campi del Green Garden e vola in semifinale.

5-1 il risultato finale con la sfida che si indirizza subito sui binari giusti: Tommaso Dal Santo e Giovanni Peruffo, i due 2.4 della formazione capitanata nell’occasione da Luca Minuzzo, si impongono entrambi con il punteggio di 6-4 6-3 rispettivamente contro Marco Rampazzo (2.4) e Giovanni Orsoni (2.5). Successo facile anche per Simone Fucile (2.7), il giovanissimo del gruppo, che fa valere la sua classifica superando per 6-2 6-1 Alessandro Arena (3.2).

L’en plein nei singolari sfuma quando Andrea Bortolon (2.7) si arrende soltanto al long tie-break al pariclassifica Marcello Bassi, che vince per 6-4 2-6 10-7.

A regalare i punti della qualificazione ci pensano allora i doppi: da una parte Dal Santo/Peruffo hanno la meglio al termine di un’autentica battaglia conclusa 6-4 2-6 11-9 contro Rampazzo/Bassi mentre Fucile in coppia con il maestro Enrico Zen regola per 6-4 6-2 Orsoni/Salzano.

Applausi per tutti e il sogno continua!