Tommaso Dal Santo con Jannick Sinner

 

Le ultime settimane sono state davvero ricche di soddisfazioni per il nostro Tommaso Dal Santo.

Prima é arrivata la promozione in serie B2 nel campionato a squadre conquistata nel vittorioso spareggio contro lo Sporting 2001 di Vittorio Veneto.

Quindi, anche un po’ inattesa nei tempi, la seconda promozione, questa volta individuale, che lo ha visto salire in classifica diventando 2.3.

”Sono felicissimo e sinceramente credevo che mi mancasse ancora qualche punto per il salto – commenta Tommaso – Innanzi tutto devo ringraziare il mio allenatore che mi sta seguendo ormai da qualche anno e, assieme, stiamo raccogliendo i frutti del lavoro svolto e che va visto in una programmazione a lungo termine con obiettivo finale una posizione intorno alla duecentesima del ranking ATP. Quella che ho raggiunto é una classifica che sento di valere anche se adesso sarà tutto più difficile partendo, nei tornei, più avanti nei tabelloni dove bisognerà entrare subito al massimo della concentrazione per affrontare avversari molto agguerriti. Del resto é anche questo il prezzo da pagare, ma é anche il bello del gioco e una motivazione a far bene sempre”.

E, dopo le due promozioni, é arrivato per Dal Santo il successo nel torneo open “Città di Este” dove é stato protagonista di una cavalcata vincente senza perdere neppure un set. Ha esordito negli ottavi di finale contro Marco Gasparin (2.8 del TC Padova) imponendosi nettamente per 6-0 6-2, nei quarti si è aggiudicato il “derby in famiglia” con Giovanni Peruffo (2.4) con il punteggio di 6-4 7-5, in semifinale ha battuto Samuele Pieri (2.3 del TC Bisenzio) per 6-3 6-2 e, in finale, si è preso la rivincita con Daniele Valentino (2.4 dello Sporting Club 2001) piegandolo per 7-6 6-2.

Dunque, grandi soddisfazioni per Tommaso, ma anche per Tennis Comunali Vicenza: “Questi risultati testimoniano che il lavoro paga – commenta Enrico Zen, presidente del circolo cittadino – Tommy é un ragazzo che ha dedizione, costanza, impegno, volontà, oltre a grandi qualità umane che ne fanno il classico bravo ragazzo. Su quelle tennistiche é la classifica a parlare e si tratta di un livello in cui niente arriva per caso.

Dunque, ancora complimenti e non posso che essere molto felice del traguardo raggiunto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda chi segue e allena Dal Santo tutti i giorni, Luca Minuzzo: “I risultati raggiunti sono il primo passo verso un obiettivo più a lungo termine – spiega – però nello stesso tempo sono la riprova del grandissimo impegno con cui Tommy, quotidianamente, con passione ed entusiasmo, ma anche con sacrifici si sta applicando per far crescere il suo tennis e diventare un giocatore sempre più completo”.

Si chiude con un terzo posto finale l’avventura tricolore della nostra squadra Veterani Over 60 alle Final Four di Albarella.

Dopo il successo d’esordio contro l’Endas Amici del Tennis Ronchi di Massa e la sconfitta di sabato ad opera dello Sporting Club Sassuolo i nostri si arrendono anche al Tennis Club Campi Rossi di Trieste, che conquista così il titolo italiano di categoria precedendo Sassuolo, Tennis Comunali Vicenza e i toscani.

Tutta da seguire la sfida che ha opposto Gianni Milan (3.1) a Marco Armellini (3.2), uno dei più forti giocatori a livello europeo in questa fascia d’età.

Pur alle prese con il solito ginocchio dolorante Milan é stato protagonista di un grandissimo match arrendendosi alla fine per 7-6 7-6 al suo forte avversario.

Niente da fare, invece, per Valter Nicotti (3.2), battuto da Claudio Contenti (3.3) con un netto 6-0 6-1.

Inutile quindi il doppio non disputato per lasciar spazio alle premiazioni.

Dopo un primo e un secondo posto é arrivato così il terzo gradino del podio per i nostri portacolori a cui vanno comunque gli applausi per quanto fatto vedere in campo e la consapevolezza di essere un grande gruppo di amici fuori dal rettangolo di gioco.

Si infrange contro lo Sporting Club Sassuolo il sogno scudetto della nostra squadra Veterani Over 60.
La sfida di sabato ruota attorno alla partita di Gianni Milan, che si arrende al terzo set per 7-5 a Roberto Mussi (2.7) dopo aver vinto il primo per 6-3 e perso il secondo per 6-1.
Poi arrivano le sconfitte piuttosto nette di Valter Nicotti (3.2) ad opera di Adriano Basso (3.2) con il punteggio di 6-3 6-1 e, a risultato già acquisito, dello stesso Nicotti in coppia con Flavio Mazzocchi  contro Piazza e Ferrara per 6-0 6-4.

Debutto vincente per la nostra squadra Veterani Over 60, che piega per 2-1 l’ Endas Amici del Tennis Ronchi di Massa nella prima giornata delle Final Four, in corso di svolgimento ad Albarella, che mettono in palio il titolo tricolore di categoria.

Nei singolari Gianni Milan (3.1) si arrende con il punteggio di 6-3 6-2 a Gianni Perfetti (3.2) al termine di un incontro che vede un primo set combattutissimo in cui il nostro portacolori le prova tutte per avere la meglio di un avversario che dimostra un’ottima tenuta atletica rispondendo colpo su colpo e poi avendo la meglio alla distanza.

A ristabilire la parità ci pensa il nuovo “acquisto” della squadra Valter Nicotti (3.2) che regola con un duplice 6-2 Franco Veschi (3.3). Decisivo risulta quindi il doppio con Gianni Milan e Flavio Mazzocchi che si impongono in rimonta contro Perfetti e Leonardo Taiti con il punteggio di 3-6 6-4 10-4 al long tie/break.

Sabato si replica.

La nostra squadra “targata” Mechanic System promossa in serie B2

Continua a leggere

Tommaso Dal Santo e Sofia Menardi

 

Prosegue la stagione dei tornei che vede i nostri giocatori protagonisti.

E’ stata una domenica di “straordinari” per Tommaso Dal Santo (2.4) che, dopo aver vinto al mattino il suo incontro a Cerea nel campionato di serie C contro il pariclassifica Lorenzo Corioni, nel pomeriggio ha messo la sua firma nell‘Open di Altivole battendo Antonio Garbin (2.6 del Plebiscito Padova) con il netto punteggio di 6-3 6-0.

Finale e secondo posto, invece, per Sofia Menardi (3.3) battuta sui campi del TC Badia Polesine da Sofia Sambù (3.2 del Tennis Pineta 2018) per 6-3 6-2.

 

Marco Cecchinato sulla terra rossa del Roland Garros

 

L’aria di Parigi continua a far bene a Marco Cecchinato, che sulla terra rossa del Roland Garros vince la sua quinta partita consecutiva, la seconda del tabellone principale, battendo l’argentino Londero con il punteggio di 6-3 6-2. 5-7 6-2. Come contro De Minaur é stato un match in controllo per il nostro giocatore, che ha fatto la differenza sia col dritto che con il rovescio, al termine di scambi spesso lunghi.
Un’unica pausa gli é costata il terzo set, ma poi nel quarto ha ripreso subito in pugno il match chiudendolo in scioltezza.

Adesso ad attendere “Ceck” c’è Sacha Zverev, vittorioso della maratona in cinque set contro il francese Herbert. Il sogno parigino continua!

La nostra squadra di serie C “targata” Mechanic System perde per 4-2 la semifinale con il TC Cerea, ma non vede ancora svanire i sogni promozione che passeranno attraverso lo spareggio di domenica, ancora in trasferta, contro lo Sporting Club 2001 di Vittorio Veneto del maestro Luca Serena.

Venendo alla sfida sfida di domenica, giocata in terra veronese, sono i doppi a condannare i nostri portacolori al termine di un confronto combattuto ed equilibrato che aveva visto il risultato in parità dopo i quattro singolari. A conquistare i due punti vicentini sono stati Tommaso Dal Santo (2.4), che ha battuto il pariclassifica Lorenzo Corioni per 6-2 5-7 10-1 e Simone Fucile (2.7), che ha superato Jacopo Rossi (2.6) per 6-2 3-6 10-7. Sconfitte, invece, per Giovanni Peruffo (2.4) e Tommaso Bertuzzo (2.7), che si sono arresi rispettivamente a Mike Urbanija (2.4) per 7-6 6-3 e a Dario Punia (2.8) per 6-2 6-4.

Decisivi, dunque, risultavano i doppi con capitan Mirko Balestro che si schierava in campo a fianco di Peruffo e dall’altra parte si affidava ai “baby” Fucile e Bertuzzo. Ed erano proprio loro ad andare vicinissimi al successo arrendendosi ad Urbanija/Buffo per 7-5 2-6 4-10. Più netta la sconfitta di Balestro/Peruffo, che perdevano con Ghidetti/Corioni per 6-3 6-1.

“Peccato, ma non posso che dire bravi ai miei ragazzi – commenta il maestro Balestro – Hanno dato tutto e anche oggi sono stati protagonisti di buone prestazioni contro avversari che, come del resto sapevamo, hanno dimostrato tutto il loro valore e a cui faccio i complimenti. Dispiace per il risultato, con Peruffo che nel tie-break ha avuto un set point a suo favore e con Bertuzzo che si è arreso ad un giocatore che aveva già battuto. Bravo però nel doppio con Simone Fucile mentre io ho pagato un po’ la non abitudine a disputare partite, in particolare non riuscendo a rispondere. Adesso ci attende la sfida decisiva con il Vittorio Veneto, un altro squadrone, composto da ottimi giocatori a cominciare dal 2.3 Luca Serena: in palio la promozione in serie B”.

L’aria parigina fa bene al “nostro” Marco Cecchinato che, dopo i tre successi nelle qualifiche, debutta nel tabellone principale battendo per tre set a zero l’australiano Alex De Minaur, n. 25.

Bella prestazione di Marco, che ha dimostrato solidità nei momenti importanti e anche buona tenuta atletica.

Una battaglia il primo set, durato oltre un’ora, decisosi per 11-9 al tie-break dopo che il suo avversario era stato sempre avanti ed era andato a servire per il parziale sul 5-4 e sul 6-5. Molto combattuto anche il secondo con break di “Ceck” e controbreak immediato dell’australiano. La svolta si ha sul 4-4 quando Marco, al termine di un game lunghissimo, strappa la battuta e poi chiude sul 6-4.

E qui di fatto finisce la partita perché De Minaur cede di schianto rimediando un 6-0 in poco più di 25 minuti.

Cecchinato conclude vittoriosamente il match e nel prossimo affronterà il vincente della sfida tra Londero e Delbonis.

Debutto vincente per la nostra squadra Over 60, che esordisce nel girone nazionale con un netto 3-0 al TC Chiaiano Napoli.

Tutto facile per i nostri che hanno avuto ancora una volta in Gianni Milan (3.1) il loro leader in campo, vittorioso sia nel singolare con il punteggio di 6-0 6-1 contro Domenico Avena (3.4) sia nel doppio in coppia con Flavio Mazzocchi per 6-0 6-1 contro Roberto Ruggiero/Enrico Esposito.

A firmare il secondo punto nel singolare ci ha pensato Graziano Risi (3.4) impostosi per 6-4 6-0 contro Tommaso D’Aquale.

Con questo successo Tennis Comunali Vicenza si qualifica per i quarti di finale in programma domenica 3 ottobre.