Tommaso Dal Santo con Jannick Sinner

 

Le ultime settimane sono state davvero ricche di soddisfazioni per il nostro Tommaso Dal Santo.

Prima é arrivata la promozione in serie B2 nel campionato a squadre conquistata nel vittorioso spareggio contro lo Sporting 2001 di Vittorio Veneto.

Quindi, anche un po’ inattesa nei tempi, la seconda promozione, questa volta individuale, che lo ha visto salire in classifica diventando 2.3.

”Sono felicissimo e sinceramente credevo che mi mancasse ancora qualche punto per il salto – commenta Tommaso – Innanzi tutto devo ringraziare il mio allenatore che mi sta seguendo ormai da qualche anno e, assieme, stiamo raccogliendo i frutti del lavoro svolto e che va visto in una programmazione a lungo termine con obiettivo finale una posizione intorno alla duecentesima del ranking ATP. Quella che ho raggiunto é una classifica che sento di valere anche se adesso sarà tutto più difficile partendo, nei tornei, più avanti nei tabelloni dove bisognerà entrare subito al massimo della concentrazione per affrontare avversari molto agguerriti. Del resto é anche questo il prezzo da pagare, ma é anche il bello del gioco e una motivazione a far bene sempre”.

E, dopo le due promozioni, é arrivato per Dal Santo il successo nel torneo open “Città di Este” dove é stato protagonista di una cavalcata vincente senza perdere neppure un set. Ha esordito negli ottavi di finale contro Marco Gasparin (2.8 del TC Padova) imponendosi nettamente per 6-0 6-2, nei quarti si è aggiudicato il “derby in famiglia” con Giovanni Peruffo (2.4) con il punteggio di 6-4 7-5, in semifinale ha battuto Samuele Pieri (2.3 del TC Bisenzio) per 6-3 6-2 e, in finale, si è preso la rivincita con Daniele Valentino (2.4 dello Sporting Club 2001) piegandolo per 7-6 6-2.

Dunque, grandi soddisfazioni per Tommaso, ma anche per Tennis Comunali Vicenza: “Questi risultati testimoniano che il lavoro paga – commenta Enrico Zen, presidente del circolo cittadino – Tommy é un ragazzo che ha dedizione, costanza, impegno, volontà, oltre a grandi qualità umane che ne fanno il classico bravo ragazzo. Su quelle tennistiche é la classifica a parlare e si tratta di un livello in cui niente arriva per caso.

Dunque, ancora complimenti e non posso che essere molto felice del traguardo raggiunto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda chi segue e allena Dal Santo tutti i giorni, Luca Minuzzo: “I risultati raggiunti sono il primo passo verso un obiettivo più a lungo termine – spiega – però nello stesso tempo sono la riprova del grandissimo impegno con cui Tommy, quotidianamente, con passione ed entusiasmo, ma anche con sacrifici si sta applicando per far crescere il suo tennis e diventare un giocatore sempre più completo”.